CASA DELLA PACE - Sgurdi di fraternità

SGUARDI DI FRATERNITA'
Vai ai contenuti
PROGETTI
SIAMO CASA DELLA PACE

“Un buon politico deve sempre puntare sulla pace; un buon cristiano deve  sempre scegliere la via del dialogo. Se arriviamo alla guerra è perché la politica ha fallito. E ogni guerra che scoppia è anche un fallimento dell’umanità. Per questo dobbiamo raddoppiare gli sforzi per costruire una pace durevole. Ci avvarremo della memoria, della verità e della giustizia. È necessario che tutti insieme apriamo la via a una speranza comune. Tutti possiamo, e dobbiamo, prendere parte a questo processo sociale di costruzione della pace. Esso ha inizio in ciascuna delle nostre comunità e si innalza come un grido verso le autorità locali, nazionali e mondiali. Infatti è da loro che dipendono le iniziative adeguate per frenare la guerra. E a loro, facendo questa mia richiesta in nome di Dio, domando anche che si dica basta alla produzione e al commercio internazionale di armi”. Papa Francesco

Da anni ognuno di noi è impegnato a portare la cultura della pace e della fraternità in tutto il mondo, cominciando dal nostro ambiente in cui viviamo (famiglia, lavoro, città…).
Vedi allegato: ECONOMIA DISARMATA e Movimento dei focolari
Come Associazione SGUARDI DI FRATERNITA’ (costituitasi nel Maggio 2021) il 28 agosto 2021 partecipiamo alla iniziativa mondiale: AFGHAN WOMEN EXIST (vedi sotto)
Dal Novembre 2021 partecipiamo a tutte le iniziative della CASA DELLA PACE di Parma (vedi: www.casadellapacepr.it) portando il nostro contributo.
Nel Gennaio 2021 aderiamo alla iniziativa: ITALIA, RIPENSACI sulla mancata adesione al Trattato ONU per la abolizione delle armi nucleari e la denuclearizzazione del nostro territorio. (vedi: https://retepacedisarmo.org/disarmo-nucleare/italia-ripensaci/)
Dal 24/2/2022 aderiamo a tutte le iniziative per fermare la guerra in Ucraina, convinti che con il dialogo e la diplomazia si può ottenere di più che dalla distruzione reciproca, frutto di una guerra insensata.
Una importante iniziativa, (promossa dalla Associazione PAPA GIOVANNI XXIII e dalla Casa della Pace) è stata quella di chiedere a tutti i candidati sindaco di Parma un Assessorato per la Pace, (vedi allegato).
Il  neo-eletto sindaco di Parma, Michele Guerra, senza esitazioni, appena  eletto nel maggio 22, ha ottemperato tale impegno assegnando l'Assessorato alla Pace a Daria Jacopozzi, già da tempo molto impegnata nel campo del volontariato, dell'educazione e del dialogo tra comunità religiose.

Il 13/11/22, all’interno del Festival della Pace di Parma 2022, abbiamo organizzato con altre associazioni (Azione Cattolica, APG 23, Gruppo Mission, Consulta diocesana giustizia, pace e salvaguardia del creato) e con Banca Etica, un convegno sul tema della PER UNA ECONOMIA DISARMATA, cioè una economia orientata a ridurre le spese militari, per investirle nelle vere emergenze del mondo di oggi (sociali, ambientali, sanitarie…). Vedi relazione e registrazione allegata. Il 15/11/22 abbiamo incontrato con i relatori (Carlo Cefaloni e Banca Etica) gli studenti del V° anno della scuola Melloni di Parma, proponendo gli stessi contenuti del convegno (vedi articolo della Gazzetta di Parma).
Il 24/2/23 abbiamo partecipato con altre 40 associazioni e con parecchi studenti di Parma alla manifestazione contro la guerra in Ucraina, denominata: LA PACE E’ LA VITTORIA DI CUI ABBIAMO BISOGNO


Referente: Roberto e Monica (sguardidifraternita@gmail.com)
Allegati:



SGUARDI DI FRATERNITA' APS
VIA S. LEONARDO 99/1   43122 PARMA

Torna ai contenuti